Happy birthday to me

Happy birthday to me

Tra poche ore sarà il mio compleanno.

L’anno scorso mi sono regalata una borsa. L’anno prima, un fine settimana in una spa. Qualche anno fa, mi sono perfino buttata con un paracadute. Questa volta, però, mi farò un regalo diverso da tutti gli altri. Un regalo che richiede più coraggio di un lancio da 4.500 metri.

Smetterò di scusarmi. 

Per cosa? Oh, per un sacco di cose. Sono sempre stata una ‘scusatrice’ seriale. Mi scuso per come sono, per le cose che dico, per quello che penso. Mi scuso perché non è mai abbastanza. Perché potrei fare di più. Anche se non c’è niente per cui scusarsi. Anche se sono io, l’unica persona a pretendere le mie scuse.

happy birthday to me

Insomma, l’idea è questa: abbandonare le giustificazioni e guardarmi con onestà. Certo, sarà un lavoraccio. Dovrò accettare che non sono perfetta. Che, prima o poi, mi riempirò di rughe e capelli bianchi. Che, forse, non sarò mai sagace, divertente e talentuosa quanto vorrei. Che le cose capitano e basta. E va bene così.

Perché posso essere coraggiosa, e posso essere gentile. E perché non voglio una vita perfetta: voglio una vita felice. 
Piena di amore, musica e soufflè venuti male. Di emozioni incoerenti. Di ombrelli dimenticati, e di corse sotto la pioggia. Colma di fogli appallottolati, lisciati e riscritti.

Una vita in cui non devo paragonarmi a nessuno, per sentirmi me stessa.

Articoli correlati: Undici settimane: il mio lockdown

Un pensiero riguardo “Happy birthday to me

Rispondi